5 suggerimenti per prevenire e gestire le lesioni da ustioni del tappeto erboso

Jun 2, 2016


Sappiamo tutti che gli infortuni fanno schifo, ma il re imbattuto del dolore nel calcio è l'erba bruciata. Approfondiamo la comprensione delle ustioni del tappeto erboso e i metodi consigliati di prevenzione, protezione e trattamento.

1. “Lamponi” - La vista e la sensazione sgradevoli delle bruciature del tappeto erboso

Gli infortuni sul campo sono più comuni di quanto si possa pensare. Le ustioni del tappeto erboso sanguinano, fanno male e possono infettarsi pericolosamente (dette anche "infezioni da ustioni del tappeto erboso"). Poiché la maggior parte dei giocatori subisce questi infortuni, spesso non vengono segnalati. Ma con l’esplosiva crescita globale del mondo del calcio, combinata con condizioni generalmente sfavorevoli dei campi e un numero crescente di superfici sintetiche, le lesioni cutanee sembrano aumentare in numero e gravità.

Uno studio olandese ha riportato che l’84% dei calciatori professionisti ha subito almeno un grave incendio durante la stagione, con i portieri a più alto rischio. Anche diversi focolai di infezioni da stafilococco resistenti agli antibiotici nelle squadre di atletica sono stati direttamente collegati alle ustioni del tappeto erboso.

2. Il primo taglio è il più profondo

Le ustioni del tappeto erboso non sono realmente lesioni termiche (ustioni). La combinazione di violento taglio meccanico della pelle e abrasione da attrito può portare a vaste aree di lesioni cutanee superficiali, che come tutti sappiamo sono estremamente dolorose e possono richiedere settimane per guarire.

Un nuovo studio ha esaminato gravi ustioni sul tappeto erboso e ha scoperto che erano più simili agli innesti di pelle e alle eruzioni cutanee dei ciclisti che a un'ustione da calore o chimica. Lo stesso studio ha rilevato che durante i contrasti di calcio in scivolata si sono riscontrati danni meno abrasivi sull’erba naturale bagnata rispetto all’erba secca o all’erba sintetica.

Le ustioni del tappeto erboso non solo sono fastidiose, ma possono anche portare a gravi infezioni.

3. L'erba è sempre più verde

Non c’è dubbio che la maggior parte dei giocatori di calcio percepisca che l’erba artificiale è più minacciosa dell’erba naturale. Non c'è niente di scioccante lì. Un gruppo di calciatrici internazionali si è sentito così forte che hanno intentato una causa contro la FIFA e la Canadian Soccer Association prima della Coppa del Mondo 2015 per fermare l'uso dell'erba sintetica durante il torneo (la causa è stata successivamente ritirata). Ma la ricerca attuale sulle nuove superfici di terza e quarta generazione (Field Turf, ecc.) non ha confermato questa convinzione. Tuttavia, i dati contrastanti che mostrano tassi di infortuni altrimenti comparabili tra campi in erba naturale e sintetica confermano ancora che i tassi di abrasione cutanea sono più elevati sulle superfici in erba artificiale.

Nonostante le persistenti preoccupazioni per la salute, l’elevato costo del mantenimento dei campi in erba naturale di alta qualità ha spinto molte comunità in tutto il Paese a convertirsi a superfici artificiali. Attualmente sono più di 14.000 i campi sportivi sintetici in uso solo negli Stati Uniti, con un incremento annuo del 10%.

4. Non camminerai mai da solo

Sappiamo tutti che i campi da calcio non sono i luoghi più sterili della terra. Tutti i tipi di batteri e altri contaminanti nocivi popolano le nostre piazzole. Il problema più grande con le abrasioni cutanee è che forniscono un’improvvisa esposizione dei vasi sanguigni sottocutanei a milioni di questi batteri opportunisti. In uno studio, il 42% dei giocatori ospitava batteri dello stafilococco. Cavolo!

Peggio ancora, i batteri resistenti agli antibiotici possono vivere per settimane sia su campi naturali che sintetici, oltre a colonizzare felicemente la tua vecchia attrezzatura sudata. Poiché fino al 10% di queste abrasioni si infetteranno se non trattate, i giocatori devono diventare più proattivi nel trattamento. Il vecchio adagio di "lasciarlo stare e lasciare che l'aria lo raggiunga" ritarda solo la guarigione e porta ad un aumento delle cicatrici e delle nuove lesioni.

Vuoi un approccio migliore? Strofina aggressivamente l'area pulita con un disinfettante (clorexidina = BUONO, perossido di idrogeno = CATTIVO) e poi mantienila pulita, umida e coperta utilizzando Tegaderm o idrogel. Ciò può ridurre il tempo di guarigione da 3 settimane fino a 7-10 giorni. Oh, sì, e non è consentito condividere gli asciugamani negli spogliatoi o utilizzare una vasca idromassaggio comune.

Le attrezzature Storelli possono prevenire le ustioni del tappeto erboso nei calciatori di tutte le età.

5. Meno è meglio per prevenire le bruciature del tappeto erboso

I giocatori di calcio devono iniziare a prendere in prestito le tattiche dai nostri cugini ciclisti afflitti da eruzioni stradali. Dobbiamo iniziare a coprirci con imbottiture di contatto moderne, traspiranti e di nuova generazione, che, fortunatamente, hanno suscitato un crescente interesse nel tentativo di proteggere il nostro organo più grande. Anche la manutenzione sul campo, sebbene costosa, deve diventare una priorità. Sia i campi in erba naturale che artificiale dovrebbero essere irrigati per controllare le temperature radianti e ridurre il rischio abrasivo.

Il Dr. Raymond Rocco Monto è uno scrittore collaboratore di Storelli.com focalizzato sulle tecniche di allenamento del calcio e sugli esercizi fisici e mentali per aiutarti a migliorare il tuo gioco.

Riferimenti:

1. Begier EM, Frenette K, Barrett NL: Un'epidemia ad alta morbilità di stafilococco aureo resistente alla meticillina tra i giocatori di una squadra di football del college, facilitata dalla rasatura cosmetica del corpo e dalle ustioni del tappeto erboso.

2. http://www.calrecycle.ca.gov/publications/Documents/Tires%5C2010009.pdf

3. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Infezioni da Staphylococcus aureus resistente alla meticillina tra i partecipanti ad attività sportive agonistiche

4. DiFiori JP, Benjamin HJ, Brenner J, Gregory A, Jayanthi N, Landry GL, Luke A. Overuse infortuni e burnout negli sport giovanili: una dichiarazione di posizione della società medica americana per la medicina dello sport. Clin J Sports Med, 2014;24(1):3-20.

5. Superfici sintetiche e salute degli atleti. J Am Acad Orthop Surg

6. Ekstrand J, Nigg BM: infortuni legati alla superficie nel calcio. Medicina sportiva, 1989

7. Ekstrand J, Timpka T, Hagglund M: Rischio di infortuni nel calcio d'élite giocato su erba artificiale rispetto a quella naturale: uno studio prospettico a due coorti. Br J Sports Med

8.http://espn.go.com/espnw/news-commentary/article/11868149/sydney-leroux-explains-why-turf-terrible-soccer-players

9.http://www.mlssoccer.com/post/2013/03/29/la-galaxys-landon-donovan-argues-mental-health-should-be-treatment-physical-health

10. Hill AP: Perfezionismo e burnout nei giovani calciatori: un test del modello 2 x 2 del perfezionismo disposizionale. J Sport Exer Psico

11.http://www.ncaa.org/health-and-safety/sport-science-institute/understanding-student-athlete-burnout

12. Kazakova SV, Hageman JC, Matava M, et al: Un clone di stafilococco aureo resistente alla meticillina tra giocatori di calcio professionisti. N inglese J Med

13. Incidenza, cause e gravità degli infortuni calcistici nelle scuole superiori sull'erba del campo rispetto all'erba naturale: uno studio prospettico quinquennale. Sono J Sports Med

14. Peppelman M, Van Den Elinde WA, Langewouters AM, Weghuis MNO, Van Erp PE: Il potenziale della pelle come sistema di lettura per testare i sistemi di erba artificiale: effetti clinici e immunoistologici dello scivolamento su erba naturale e artificiale

15. Silva JM: Un'analisi della sindrome da stress da allenamento nell'atletica competitiva. J App Sport Psicologia

16. Sopravvivenza dello Staphylococucsaureus resistente alla meticillina associato alla comunità su substrati artificiali. Esercizio di medicina sci-sportiva.

17. Yamaner F, Gumus M, Gulu E, Kartal A: Valutazione degli infortuni nei calciatori professionisti turchi. Eur J Gen Med.

18. Zanetti EM: Partita amatoriale di calcio su erba artificiale: le percezioni dei giocatori. Appl Ergon.

Cart Close
Updating