Sostituzioni per commozione cerebrale: faranno la differenza per la sicurezza dei giocatori?

Mar 26, 2020


Man mano che abbiamo imparato di più sugli effetti delle commozioni cerebrali, è stata esercitata una maggiore pressione sugli sport ad alta velocità e ad alto impatto come il calcio affinché apportassero cambiamenti significativi. La più recente misura di sicurezza del calcio sono le sostituzioni per commozione cerebrale.

I dettagli sono ancora in fase di chiarimento, ma essenzialmente le sostituzioni per commozione cerebrale consentirebbero alle squadre di sostituire i giocatori a metà partita temporaneamente o permanentemente se mostrano segni di trauma cranico. Queste sostituzioni per shock non conterebbero ai fini dei tre cambi di una squadra a partita.

Questa nuova misura di sicurezza viene accolta come una soluzione potenzialmente rivoluzionaria per l’epidemia di commozioni cerebrali. Manterrà il gioco fluido e darà agli allenatori e ai medici abbastanza tempo per valutare un giocatore infortunato. Tuttavia, alcune persone hanno espresso preoccupazioni legittime e temono che questa misura tolga il controllo ai giocatori e ai medici delle squadre.

Diamo uno sguardo più da vicino a come funzioneranno queste sostituzioni, quando entreranno in vigore e se pensiamo che avranno un impatto sul nostro gioco preferito.

Come funzioneranno le sostituzioni per commozione cerebrale nel calcio

Allo stato attuale, secondo l’International Football Association Board (IFAB), le squadre di calcio possono effettuare tre sostituzioni in-game per partita. L'IFAB è l'organo di governo che supervisiona le Regole del Gioco per l'associazione calcio.

Durante l'assemblea generale annuale tenutasi a Belfast, tenutasi il 29 febbraio 2020 , l'IFAB ha deciso di iniziare a implementare le sostituzioni delle commozioni cerebrali, con una prova del processo ai Giochi Olimpici estivi di luglio di quest'anno. La nuova regola consentirà alle squadre di rimuovere i giocatori a seguito di un trauma cranico e di sostituire temporaneamente giocatori simili per almeno dieci minuti mentre viene condotto un test dettagliato sulla commozione cerebrale. Attualmente, i giocatori con sospette lesioni alla testa vengono valutati in campo per non più di 3 minuti prima che la partita debba riprendere.

Protettivo o no: un argomento per entrambe le parti

Come per ogni modifica alle regole nel calcio, c'è un acceso dibattito attorno a queste nuove regole per le sostituzioni del calcio.

I rappresentanti della Federcalcio inglese e del sindacato internazionale dei giocatori hanno fortemente sostenuto questa nuova regola e sono supportati da legioni di medici e ricercatori che hanno studiato gli effetti delle commozioni cerebrali. Credono che questa nuova regola darà ai medici il tempo di cui hanno bisogno per valutare in sicurezza i giocatori mantenendo il gioco in avanti.

Nonostante i potenziali benefici per la salute dei giocatori, ci sono alcuni arbitri e parti interessate che non sono d'accordo con la nuova regola. Cinque anni fa, quando questa stessa identica modifica alle regole fu proposta ai legislatori della FIFA, questi rifiutarono di implementarla perché credevano che potessero essere usate per ingannare tatticamente il sistema. Credevano anche che una regola come questa potesse essere un problema per le squadre di base, il che avrebbe tolto l’universalità dello sport.

Si è discusso anche del coinvolgimento di medici imparziali , per garantire che le squadre non possano utilizzare questa regola per vantaggi tattici. Tuttavia, alcuni operatori sanitari non sono d'accordo e ritengono che, per garantire la migliore assistenza possibile, i giocatori dovrebbero essere valutati dal medico della loro squadra che ha più familiarità con la loro salute.

Prossime sostituzioni per commozione cerebrale nel calcio

Alla riunione dell'IFAB del 29 febbraio , un vivace dibattito sulle sostituzioni delle commozioni cerebrali si è concluso con i legislatori che hanno concordato di sperimentare il nuovo protocollo nel luglio 2020 ai Giochi Olimpici estivi. Non hanno escluso di estendere il periodo di prova ad altre competizioni, come Euro 2020 o anche le prossime partite della Premier League inglese.

Vedere il cambiamento nel gioco attivo sarà un vero indicatore del suo successo a lungo termine, e i membri dell’IFAB si sono impegnati a continuare i colloqui con le parti interessate per garantirne un’implementazione di successo.

Cosa dice Storelli sulle sostituzioni

A Storelli siamo stati felici di vedere le modifiche alle regole implementate dall'IFAB. Sebbene possano lasciare un po' di spazio al gioco tattico da parte di allenatori e giocatori, non crediamo che questo tipo di manovre subdole diventeranno una seria preoccupazione (in pratica, non è poi così facile fingere un trauma cranico, e in pratica sarebbe difficile che un allenatore comunichi ad un giocatore durante una partita di simulare un trauma cranico in modo da poterlo sostituire senza utilizzare una delle 3 sostituzioni consentite…). Inoltre, riteniamo che i benefici supereranno di gran lunga gli eventuali rischi.

Uno dei motivi per cui siamo così appassionati di equipaggiamento protettivo è che crediamo che giocatori, genitori e allenatori possano e debbano essere proattivi nel fare tutto il possibile per ridurre il rischio di infortuni gravi. Se sei un giocatore e sei determinato a fare tutto il possibile per ridurre i rischi di lesioni alla testa, potrebbe essere saggio dotarti di un copricapo protettivo come l' ExoShield Head Guard di Storelli .

Sebbene non esista una soluzione perfetta contro le lesioni alla testa e siano necessari ulteriori studi per consolidare la comprensione del settore del valore dei copricapi nel calcio, i dati esistenti provenienti da istituzioni come il Virginia Tech Casco Lab indicano che copricapi di alta qualità riducono il rischio di lesioni alla testa di ben l’84%. Questo tipo di misura preventiva, insieme a modifiche produttive delle regole come quelle appena implementate dall’IFAB, può aiutare i giocatori e gli amministratori del calcio ad affrontare alcuni dei rischi inerenti al gioco.

Cart Close
Updating