3 infortuni comuni che colpiscono i calciatori giovanili

Dec 27, 2021


I calciatori giovanili non sono immuni dagli infortuni. Semmai, sono PIÙ inclini a determinate lesioni ai loro corpi in via di sviluppo suscettibili. Oltre ai loro corpi vulnerabili, sono inesperti e alcune tecniche o stili di gioco che adottano possono comportare ulteriori rischi per la loro sicurezza. Questo post esaminerà tre infortuni comuni tra i giovani calciatori e le misure per ridurre il rischio di farsi male.

Tre comuni infortuni giovanili

Gli infortuni colpiscono i giovani giocatori con una certa frequenza e la ricerca lo ha dimostrato. In uno studio del 2020 condotto da Sports Medicine Open , i ricercatori hanno scoperto che i giovani giocatori maschi subivano da 9,5 a 48,7 infortuni/1000 ore, mentre le giovani giocatrici subivano da 12,5 a 30,3 infortuni/1000 ore.


I giocatori professionisti di sesso maschile (in età adulta) subiscono solo 8,7 infortuni/1000 ore. Questi dati chiariscono che il calcio giovanile presenta un rischio di infortuni molto più elevato rispetto al calcio professionistico. Ciò potrebbe essere una sorpresa. Come accennato in precedenza, tuttavia, i giocatori più giovani tendono a giocare con “cattive abitudini” che possono aumentare il rischio di infortuni.


Ciò rende essenziale per loro apprendere tecniche di gioco efficaci, impegnarsi in un condizionamento adeguato e indossare indumenti protettivi per il calcio giovanile.

Testa

Le commozioni cerebrali sono gli infortuni più preoccupanti per i giovani calciatori, a causa dei danni a lungo termine che possono infliggere allo sviluppo del cervello. Fortunatamente, non sono gli infortuni più comuni nel calcio giovanile, ma restano comunque una minaccia credibile.


Il tasso di incidenza delle traumi tra i giocatori di sesso maschile è di 0,19 per 1000 esposizioni atletiche e di 0,27 per 1000 esposizioni atletiche per le giocatrici.


È interessante notare che le donne hanno un tasso più elevato di commozioni cerebrali. È stato suggerito in precedenza che le donne hanno un rischio maggiore di subire una commozione cerebrale e effetti a lungo termine. Ciò rende importante che i giovani (e le ragazze in particolare) indossino indumenti protettivi da calcio come un copricapo anti-shock.

Ginocchio

Gli infortuni al ginocchio (e alla caviglia) costituiscono la maggior parte degli infortuni giovanili nel calcio. Fino al 18% degli infortuni gravi nel calcio che richiedono ricoveri ospedalieri coinvolgono il ginocchio.


Una delle lesioni più comuni e debilitanti è la rottura del legamento crociato anteriore (LCA). Le rotture dell'ACL richiedono varie quantità di trattamento e recupero. Colpiscono più le femmine che i maschi (a causa delle differenze anatomiche) con un tasso di 2,0/10.000 esposizioni di atleti rispetto a 0,9/10.000 per i maschi.

Caviglia

Anche gli infortuni alla caviglia sono alla pari con gli infortuni al ginocchio, comprendendo un numero elevato di infortuni nel calcio giovanile. Circa il 20% di tutti gli infortuni calcistici colpiscono le caviglie, con distorsioni alla caviglia che costituiscono il 77% di tutti gli infortuni alla caviglia.

Ragioni di suscettibilità

Abbiamo accennato ad alcune possibilità sul motivo per cui i giocatori delle giovanili hanno maggiori probabilità di subire determinati infortuni. Innanzitutto, la pubertà porta ad aumenti di peso e altezza, entrambi i quali possono mettere a dura prova alcune articolazioni e tessuti, come l'ACL.


Se questi tessuti sono mal condizionati o allineati in modo improprio, l’aumento di peso e altezza non fa altro che aggiungere ulteriore stress a un’articolazione debole. Aggiungete al mix un gioco eccessivamente aggressivo e una scarsa tecnica di contrasto/tuffo e avrete una tempesta perfetta per gli infortuni alle gambe.


Quando si tratta di traumi cerebrali, ci sono alcune teorie sul motivo per cui anche i giocatori più giovani hanno maggiori probabilità di soffrirne.


Nei giocatori più giovani, il cervello semplicemente non è in grado di gestire grandi impatti. Ad esempio, i tessuti grassi noti come guaine mieliniche, che aiutano a proteggere le cellule cerebrali e consentono un’efficiente trasmissione dei segnali nervosi, non sono ancora completamente sviluppati. Le commozioni cerebrali danneggiano le guaine mieliniche e per un cervello più giovane che non ha connessioni completamente sviluppate, gli effetti di un impatto sulla testa saranno più evidenti.


Inoltre, i giocatori più giovani non hanno la forza del collo e la muscolatura degli adulti, il che rende i loro crani meno capaci di assorbire forze ad alto impatto.

Come ridurre il rischio di infortuni comuni nel calcio giovanile

Non è possibile prevenire gli infortuni il 100% delle volte. Tuttavia, con i protocolli e le misure adeguate, i giovani giocatori possono ridurre significativamente i rischi di infortuni. Ridurre il rischio di infortuni spesso richiede una combinazione di passaggi.

Indossare indumenti protettivi per il calcio giovanile

L'equipaggiamento protettivo da calcio per i giovani comprende molti articoli, ma alcuni fondamentali per i giovani includono copricapi anti-shock,leggings/pantaloni imbottiti e protezioni per le gambe . I copricapi a concussione come il nostro Storelli ExoShield possono ridurre le forze di impatto fino all'84% e possono offrire una protezione aggiuntiva per la testa. I nostri gambali imbottiti sono spesso dotati di materiali di protezione dagli urti che possono ridurre le forze d'impatto del 90% e possono quindi proteggere le gambe da lesioni.

Pratica la tecnica di gioco sicura

I giocatori più giovani sono inesperti per natura, quindi non è raro che giochino con una tecnica tutt'altro che eccezionale, il che può esacerbare il rischio di infortuni. Naturalmente è vero il contrario: la tecnica corretta mantiene i giocatori al sicuro.


I giocatori dovrebbero imparare tecniche corrette di direzione , buone capacità di contrasto , tuffi (per i portieri) e così via. Più le loro abilità sono affinate, meno è probabile che si facciano del male.

Esercitazioni neuromuscolari/riscaldamento

Gli esercizi neuromuscolari sono una serie di esercizi che allenano il sistema nervoso a muoversi in modo efficiente, riducendo così il rischio di infortuni tra i calciatori. Gli esercizi neuromuscolari 11+ della FIFA ne sono un ottimo esempio e ci sono prove che dimostrano che possono migliorare il controllo del corpo e la stabilità articolare. Gli allenatori dovrebbero considerare di incorporare questi esercizi nei regimi di allenamento dei giocatori.

Il calcio giovanile diventa più sicuro

I giovani calciatori devono affrontare più richieste rispetto alle generazioni precedenti. Suonano più a lungo, più frequentemente e a volumi più alti, il che li rende più vulnerabili che mai agli infortuni.


Tuttavia, una combinazione di indumenti protettivi da calcio per i giovani, come gambali imbottiti e copricapo da calcio, può aiutare a mitigare il rischio. Inoltre, anche il condizionamento regolare e la tecnica adeguata possono aiutare. Maggiore è lo sforzo che facciamo per mantenerti al sicuro in campo, meno è probabile che vedremo i giovani giocatori esaurirsi prima del tempo.


Sei alla ricerca di protezioni da calcio per i giovani? Dai un'occhiata alla nostra selezione di indumenti protettivi per giovani per trovare le tue esigenze!

Cart Close
Updating