Perché la temperatura corporea equilibrata è tutto nel calcio

Sep 16, 2022


I giocatori di calcio affrontano tutti i tipi di condizioni atmosferiche e climatiche, soprattutto quando raggiungono livelli di gioco più intermedi o avanzati. Viaggiare può significare giocare in città torridemente calde, mentre la propria zona può dare luogo a giornate inaspettatamente fredde.


Indipendentemente da come si sentono, le condizioni difficili possono influenzare le prestazioni calcistiche. Possono anche aumentare il rischio di infortuni e avere effetti potenzialmente letali sui giocatori. Questo post esaminerà come il mantenimento di una temperatura corporea equilibrata sia vitale per i giocatori e cosa possono fare per rimanere alla giusta temperatura.


Effetti della temperatura sulle prestazioni

La termoregolazione si riferisce ai processi naturali del corpo o alla capacità di mantenere una temperatura impostata o di mantenerla entro un limite (tipicamente) ristretto. Per gli esseri umani, sono 98,6°F. C'è un po' di margine di manovra: gli atleti possono ottenere prestazioni ottimali se la loro temperatura è compresa tra 97,7 e 99,5°F . In questo intervallo la termoregolazione funziona in modo ottimale. Il corpo può mantenere un flusso sanguigno costante, il che significa che i muscoli, i tessuti e il cuore ricevono un’adeguata ossigenazione.


Tuttavia, temperature leggermente superiori o inferiori a questo intervallo sono sufficienti per provocare una reazione corporea. Una diminuzione di un grado può indurre brividi, mentre un aumento di un grado può indurre sudorazione.


Non finisce qui, soprattutto per atleti e calciatori. Quando si tratta delle prestazioni calcistiche, queste variazioni possono avere effetti notevoli .


Quando la temperatura è troppo alta o bassa

Quando i giocatori si surriscaldano, sudano, il che è normale e inaspettato. Tuttavia, il caldo incessante produce una forte sudorazione, che può portare alla disidratazione se un giocatore non compensa adeguatamente la perdita di liquidi. Il cuore quindi pompa più forte per alimentare il movimento muscolare e ridurre il calore corporeo. Ciò fa sì che il corpo lavori più duramente del necessario, portando ad un affaticamento prematuro e ad una minore resistenza. La disidratazione rende anche più difficile la concentrazione.


I freddi estremi sono rari nel calcio, ma possono anche influenzare le prestazioni. Le temperature fredde riducono il flusso sanguigno, il che significa che i muscoli ricevono meno sangue ossigenato per muoversi in modo efficace. In definitiva, questo può portare a rigidità muscolare e movimenti meno fluidi in campo.


In entrambi i casi, avere troppo freddo o troppo caldo può portare i giocatori a valutare male il rimbalzo delle palline, correre e tagliare lentamente o soffrire di crampi muscolari. Le temperature estreme possono anche aumentare il rischio di infortuni per un giocatore.


Effetti della temperatura sulla sicurezza e sulla salute dei giocatori

Naturalmente, le temperature estreme possono portare a infortuni legati alla temperatura nel calcio. Da un lato dello spettro ci sono i colpi di calore, mentre dall’altro c’è l’ipotermia. Sono rari perché sono ragionevolmente facili da prevenire con i protocolli adeguati. Ma possono accadere occasionalmente.


Esempi di caldo e freddo estremi nel calcio

  • Ipotermia - In una partita di qualificazione alla Coppa del Mondo del febbraio 2022, il portiere honduregno Luis "Buba" López e l'attaccante Romell Quioto hanno sofferto di ipotermia . I due sono stati sostituiti durante l'intervallo per le cure. Hanno suonato a Saint Paul, Minnesota, che fa notoriamente freddo (c'erano solo cinque gradi al calcio d'inizio). La temperatura sarebbe stata senza dubbio uno shock per due giocatori provenienti da un paese tropicale che giocavano con un clima sotto zero. 
  • Colpo di calore — Nell'agosto 2020, il calciatore diciassettenne Shane Thomas è collassato durante l'allenamento in una delle giornate più calde a Chino, in California. Tragicamente, Thomas è morto. Secondo quanto riferito, le temperature hanno raggiunto 111°F il giorno delle prove. La divisione del coroner della contea di San Bernardino ha stabilito che il caldo estremo ha contribuito alla morte di Thomas. 

Anche in questo caso si tratta di eventi rari, ma che sottolineano l’importanza di mantenere una temperatura corporea sana durante il gioco.


Come mantenere una temperatura corporea equilibrata

Il consiglio più ovvio in questo caso è quello di mantenere la temperatura corporea del giocatore bilanciata, idealmente, nell'intervallo compreso tra 97,7 e 99,5° F menzionato sopra. Storie come quella di Shane Thomas che muore a causa del caldo estremo sono più tragiche perché mantenere una temperatura equilibrata è semplice. Detto questo, ecco alcuni promemoria salvavita per giocatori, genitori e allenatori.


Consigli per la regolazione della temperatura per i calciatori


  • Idratazione : cerca di bere 20 once d'acqua due o tre ore prima di una partita, 10 once ogni dieci o venti minuti durante una partita e 20 once al termine del torneo. Nelle giornate più afose, potrebbe essere necessario aumentare questa quantità.
  • Riposo e recupero : il caldo estremo, in particolare, può portare a un colpo di calore se i giocatori si sforzano eccessivamente. Quindi pause sufficienti sono vitali. Ma anche le temperature fredde possono rappresentare un pericolo perché spingersi con i muscoli rigidi può portare a stiramenti e distorsioni. Indipendentemente dalla temperatura, gli estremi significano che i giocatori dovrebbero riposare di più.
  • Giocare in strutture adeguate al momento opportuno Viaggiare in un clima diverso esporrà naturalmente i giocatori a temperature a cui non sono acclimatati. Ove possibile, la cosa migliore che allenatori e organizzatori possono fare è far gareggiare i giocatori in strutture a temperatura controllata (con aria condizionata e riscaldamento).
  • Indossare indumenti adeguati (materiale traspirante o isolante) Se giocare in una struttura a temperatura controllata non è un'opzione, i giocatori sono responsabili di indossare indumenti adeguati. Ciò significa indossare maglie e leggings traspiranti e traspiranti per il caldo o indumenti da allenamento isolati per la stagione fredda.

La temperatura può essere amica o nemica di un giocatore. Abbiamo poco controllo sul clima o sulla temperatura di una particolare regione o giorno, ma i giocatori si proteggono dagli estremi. Adottando misure adeguate per evitare gli effetti del caldo o del freddo, possono giocare al massimo delle loro potenzialità riducendo il rischio di infortuni.


Cerchi ulteriori suggerimenti sulla sicurezza e le prestazioni nel calcio? Controlla il nostro blog per ulteriori approfondimenti.

Cart Close
Updating