César Azpilicueta parla di Storelli, Chelsea

Aug 22, 2017


Tramite SoccerBible :

Con Storelli all'avanguardia nello sviluppo di prodotti non solo per migliorare le prestazioni ma anche per prevenire gli infortuni, la loro strategia è unica e ambiziosa. Sono un marchio che ha aggiunto un notevole peso al proprio elenco di approvazioni, incluso il vincitore della Premier League Cesar Azpilicueta. Per saperne di più su di lui e sul suo gioco, abbiamo parlato con lui mentre indossava la maglia del marchio Brooklyn, in vista della stagione 17/18.

Cesar, come ogni giocatore hai avuto infortuni nel corso della tua carriera. Quanto è frustrante quando sei fuori infortunato?

È davvero frustrante perché vuoi davvero essere in campo, coinvolto ed esibirti. È un periodo difficile ma a volte succede. Ho avuto un brutto infortunio ma ho cercato di recuperare il più velocemente possibile e di prepararmi per essere anch'io più forte.

Ti sei rotto i legamenti crociati anteriori del ginocchio sinistro in giovane età. Com'è stato il processo di recupero in quel periodo?

È stata dura. Ho trascorso molto tempo in ospedale per riprendermi. I primi due o tre mesi sono stati i mesi più lenti della mia vita perché non puoi muoverti, non puoi muoverti e hai bisogno di aiuto. Quindi è stata dura, ma mi ha dato la possibilità di vedere un’altra parte del calcio e ti motiva a lavorare ancora più duramente e ad apprezzare tutto.

È cambiato il modo in cui vedevi la partita in seguito? Il modo in cui hai giocato?

È cambiato da tutto il corpo per essere onesti. Ho preso qualche chilo in più, più muscoli. Penso che anche perché avevo vent'anni, il mio corpo stava ancora cambiando. Sono riuscito a tornare più forte e migliore, credo.

Deve essere difficile quando devi rinunciare all'allenamento quotidiano con i tuoi compagni di squadra. Dover allenare i propri deve essere piuttosto duro a livello psicologico?

Sì, davvero difficile perché sei abituato ad allenarti ogni giorno e giocare, lavorare duro e giocare. All'improvviso ti manca tutto questo e la sensazione di essere fuori in campo. È difficile sia mentalmente che fisicamente.

Come ti senti a guardare la tua squadra giocare da bordo campo?

Questa è stata la cosa più difficile direi. Vuoi essere là fuori, sei fatto per questo e non puoi farlo. Ti fa apprezzare il gioco da una prospettiva difficile, ma tutto ciò che puoi fare è imparare e prepararti.

Che tipo di persona sei quando sei ferito? Paziente/impaziente? Cattivo umore?

Ero frustrato. A nessuno piace essere in quella posizione, ma devi accettarlo anche tu. Si tratta di guardare avanti e rimanere professionali. È così che ti riprenderai meglio.

Molti calciatori hanno subito infortuni gravi. Come ti influenza quando uno dei tuoi compagni di squadra viene escluso per una stagione?

Dopo aver attraversato un lungo infortunio sono nella posizione di poterli consigliare. Siamo compagni di squadra quindi spiegherei le sensazioni che ho provato e cercherei di aiutarli perché ci sono passato e ho avuto la stessa esperienza. Ho avuto molto aiuto da altre persone che avevano lo stesso infortunio. Questo supporto è inestimabile.

Pensi che la tutela sia sottovalutata oggi nel calcio? Altri sport prendono molte più precauzioni...

Si forse. Penso che la protezione e la sicurezza nel gioco siano quanto vorresti che fosse, ma lavoriamo sulla prevenzione degli infortuni come squadra e come individuo, ma sappiamo che ogni volta che scendi in campo c'è la possibilità che tu possa venire fuori è stato dannoso, quindi per il prodotto c'è sempre qualcosa che si può fare lì.

La protezione è stata spesso vista in una luce negativa nel calcio. In segno di debolezza, forse. Pensi che questo atteggiamento stia cambiando?

Ogni volta che scendi in campo, la gente potrebbe vederlo come un rischio, ma usando i prodotti che abbiamo, cerchiamo di proteggerci il più possibile e funziona. Assicurarci di indossare gli indumenti giusti e prepararci adeguatamente è qualcosa che è nelle nostre mani, quindi non c'è motivo per cui non dovremmo intraprendere le azioni giuste. La scelta dell'attrezzatura giusta fa parte di questo.

Hai giocato di più come difensore centrale in tre la scorsa stagione. È cambiato il modo in cui gestisci il gioco, marcando attaccanti più grandi?

È un ruolo diverso e ovviamente ho giocato in ruoli diversi, ma l'ho presa come una sfida. Mi ha dato la possibilità di migliorare e crescere per aiutare la squadra. Mi è piaciuto e ho scoperto che posso comportarmi bene nella posizione.

Il Chelsea è ultra competitivo, ci devono essere momenti di allenamento in cui può diventare piuttosto fisico?

Vogliamo vincere trofei ed essere ai massimi livelli, quindi questo richiede un duro allenamento. È importante che ci alleniamo duramente. Sappiamo che dobbiamo presentarci ad ogni partita ad un livello molto alto e dare il massimo perché siamo in gioco per vincere.

Com'è segnare ogni giorno in allenamento uno come Diego Costa?

Sì, è un grande giocatore. Richiede molto duro lavoro per difendersi e può solo farti migliorare, ma allenarti costantemente contro di lui.

La Premier League è famosa per essere fisica. Ci sono alcune partite che ricordi in cui la squadra o i giocatori hanno svolto attività fisica?

Ci sono molte. Non ricordo troppi singoli che risaltano più di altri perché sono tutti molto fisici. Alcune squadre sono più fisiche di altre e alcune possono giocare con uno stile di gioco a palla lunga o seconda palla, quindi devi adattarti e giocare in modo diverso da una partita all'altra. Chiedono una partita diversa ogni settimana: lo trovo interessante della Premier League. Esistono molti stili di gioco diversi. È positivo perché puoi adattarti e ogni partita è una sfida diversa per la squadra.

Quando sei infortunato daresti qualsiasi cosa per tornare al momento presente e trovare un modo per prevenirlo. L'obiettivo di Storelli è contribuire a prevenire gli infortuni. Qual è stata la tua prima impressione del marchio e dei prodotti?

Ci si sente a proprio agio. Posso vedere l'obiettivo del marchio. È tutta una questione di protezione extra per i giocatori, ma non dimenticano il comfort. È un prodotto piuttosto leggero e non hai la sensazione di indossarlo quando è acceso, quindi non è una distrazione. Questo è davvero importante ma anche gli elementi protettivi aiuteranno, ne sono sicuro. È interessante allenarli e metterli in gioco.

In campo è importante sentirsi a proprio agio nell'aspetto e nelle prestazioni dei prodotti, Storelli ha offerto un po' di stile con la sua gamma di prodotti, è importante per te?

Sì, hanno colori diversi e penso che lo stile sia moderno e bello e, nel complesso, perché sei a tuo agio e ti senti bene indossandolo. Quindi va bene.

È sempre interessante vedere le nuove tecnologie nel calcio. Ti piace vedere i nuovi prodotti che arrivano sul mercato?

Sì, è sempre bello vedere le cose venire fuori. È sempre bello vedere nuovi marchi che provano a sviluppare anche nuovi prodotti e cercano di migliorare.

Quei sottili margini nel calcio. Tutti vogliono quel qualcosa in più per migliorarsi. Anche tu condividi questo modo di pensare per quanto riguarda il prodotto?

Sì, di sicuro. Sono d'accordo. È sempre con piccoli cambiamenti che puoi fare una grande differenza. Soprattutto nel calcio, quindi è importante vedere marchi e persone farlo. Ci credo moltissimo.

Il prodotto può in qualche modo alleviare la pressione mentre cerchi di difendere un titolo di Premier League. Trovi di andare alle partite con poca pressione o c'è più pressione?

Direi che c'è di più perché la sfida è più intensa. Tutti vorranno batterci e quindi abbiamo ancora più responsabilità di vincere. Vogliamo raggiungere i nostri obiettivi ed essere sempre al meglio, ma c'è sempre pressione.

Come descriveresti il ​​fuori campo?

Sono un ragazzo tranquillo fuori dal campo. Mi piace godermi il tempo libero con le mie figlie, mia moglie e la mia famiglia. Mi piace rilassarmi e direi che sono un ragazzo tranquillo.

Che ne dici?

Sono pazzo!

Cart Close
Updating